fbpx
Home > Novità > 6 buoni motivi per iniziare un allevamento di polli acquistando i riproduttori.

6 buoni motivi per iniziare un allevamento di polli acquistando i riproduttori.

Iniziare un allevamento di polli o di avicoli è senz’altro un’avventura che richiede impegno e costanza, ma spesso chi inizia si chiede se convenga di più partire da esemplari adulti (i riproduttori), oppure acquistando uova (o in seconda istanza pulcini).

Abbiamo già trattato questo argomento in passato. In quella occasione suggerivamo di partire dall’acquisto di un gruppo di riproduttori, ma vista la quantità di domande che ci sono state fatte più volte su questo tema andiamo a stilare un breve elenco di 6 buoni motivi per voler iniziare un allevamento di polli a partire dai riproduttori e non dalle uova.

1 – Puoi vedere subito i riproduttori. Sembra banale, ma il primo grande vantaggio è proprio quello di poter vedere da subito i soggetti che diventeranno i nuovi riproduttori del tuo allevamento, e di soppesarne pregi e difetti (in qualche caso potrai sceglierli tu stesso). Si tratta di un enorme lato positivo, perché sebbene tu non possa conoscere il genotipo dei soggetti e tutto ciò che trasmetteranno alla prole, il fenotipo dei riproduttori almeno (ovvero l’aspetto fisico) sarà perfettamente visibile e potrai anche già fare delle ipotesi sulle caratteristiche dei figli.

Iniziare un allevamento di avicoli partendo dai riproduttori permette normalmente di avere da subito meno difetti nelle nuove generazioni.

2 – Se compri le uova e queste viaggiano prima di arrivare da te, aumenti il rischio di mancate nascite. Il viaggio tramite corriere abbassa drasticamente, in molti casi, la percentuale di schiusa. Infatti le vibrazioni e gli scossoni subiti dal pacco nel trasporto si trasmettono alle uova, se queste non sono ben imballate singolarmente, e il rischio concreto è quello che l’embrione muoia. Potrebbe morire molto precocemente, e alla speratura finirebbero così per esserci molte uova chiare o con anello di sangue; oppure potresti avere morti tardive. Altro problema comune, il distacco delle memebrane dell’uovo (osserverai alla speratura la camera d’aria che sembra “libera” di muoversi nell’uovo. Sebbene non manchino casi fortunati di ottimi risultati, si può essere soddisfatti in media di una percentuale di schiusa compresa tra il 25% e il 50%. Iniziare un allevamento di avicoli partendo dalle uova in questo caso potrebbe essere una vera sfida.

La percentuale di schiusa nelle uova che hanno viaggiato spesso è drasticamente bassa.

3 – Se il venditore non è serio, le possibilità di insuccesso aumentano di molto. Un venditore poco serio – per non dire di peggio – potrebbe inviare uova vecchie, uova non fecondate, uova di razze non corrispondenti a quelle concordate. Ci sono stati anche casi di malfattori che hanno venduto le uova già incubate e scartate alla prima speratura perché vuote o con anello di sangue – per questo è sempre buona norma fare la speratura delle uova anche PRIMA di incubare!

4 – Se prendi le uova e nascono pochi soggetti, non hai certezza di arrivare ad avere coppie. Quando acquisti uova di una particolare razza che ti interessa molto, se nascono pochi soggetti – e tale rischio, con uova che hanno viaggiato, c’è sempre – potresti trovarti ad avere solo maschi, o solo femmine. E se tu stesso non hai sogetti di quella razza in allevamento, rischi di aver fatto l’acquisto per nulla.

Acquistando uova da incubare non sempre si ha la certezza di aver acquistato soggetti della razza che ci interessa davvero.

5 – Il riparmio non sempre è tale. Molti decidono di iniziare un allevamento di avicoli partendo dalle uova perché pensano di risparmiare sull’acquisto di soggetti adulti. Ma prova a sommare i costi delle uova, della spedizione, della schiusa e del mantenimento dei pulcini, considera anche i soggetti che dovrai scartare nel corso della selezione… e vedrai che il prezzo – anche salato – di un trio di riproduttori di alta qualità, in grado di darti da subito prole veramente valida, ti sembrerà alla fine una soluzione più economica.

6 –Anche partire dai pulcini non è sempre conveniente. Sebbene i rischi siano più limitati rispetto all’acquisto di uova da incubare, anche prendere i pulcini non è esente da rischi. Infatti soprattutto nelle prime settimane è facile scambiare un pulcino ibrido con uno di razza, o trovarsi con dei soggetti di qualità davvero scadente. Non dimenticare che molte caratteristiche di razza importanti nella selezione si manifestano bene solo verso i 10-12 mesi di età.

Acquistare soggetti adulti permette di saltare molti passaggi nell’allevamento.

Ovviamente ci sono dei casi in cui un allevatore non ha molte scelte – ad esempio se vuole allevare una razza di cui non si trovano allevatori se non in località difficilmente raggiungibili. In queste occasioni sarà necessario acquistare le uova, sempre tenendo a mente che la percentuale di schiusa potrà essere molto ridotta (e quella di scarto, per contro, elevata). Ma in generale resta sempore valido il consiglio di iniziare un allevamento di avicoli partendo dai riproduttori, piuttosto che da uova o pulcini.

E voi, come avete iniziato il vostro allevamento? Raccontateci le vostre storie contattandoci su Facebook o su Instagram. A presto!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi