fbpx
Home > Avicoltura > Come trattare le uova da incubare
uova da incubare - come trattarle al meglio

Come trattare le uova da incubare

Trattare le uova da incubare in maniera adeguata è uno dei segreti per un’incubazione artificiale di successo. Vediamo quindi quali sono le accortezze da avere per ottenere i risultati migliori.

1 – La cura delle uova inizia… prima che siano deposte!

In verità, la cura delle uova da incubare inizia prima che siano deposte! Le prime attenzioni infatti vanno rivolte ai riproduttori.

uova da incubare - i riproduttori
Riproduttori sani e ben nutriti danno uova ottime da incubare
  • Usate riproduttori non consanguinei, o con un livello di consanguineità basso. Ripetute generazioni di incroici tra consanguinei stretti (inbreeding) possono portare a cali drastici di fertilità.
  • Usate animali sani, vitali, che non abbiano avuto malattie nell’anno precedente. Alcune malattie dei polli si trasmettono da mamma gallina alle uova, e possono causare la morte del pulcino nell’uovo.
  • L’età ideale dei riproduttori varia da 1 a 5 anni per i galli e dai 2 ai 4 anni per le galline. Gli animali di quest’età danno la maggior percentuale di uova fertili e grandi.
  • Mettete sempre a disposizione delle galline il grit, in modo che il guscio delle uova deposte sia sempre adeguatamente robusto.
  • Curate al massimo l’alimentazione dei riproduttori, lasciandoli anche al pascolo, perché la mancanza di alcuni elementi nella dieta (come il manganese) può dare problemi ai pulcini in schiusa.
Paglia e truciolo nei nidi aiutano a mantenere le uova pulite

2 – Oltre ai riproduttori, anche il pollaio ha la sua importanza!

  • Evitate che si formi fango nel recinto. Galline con zampe infangate, oltre a soffrire il freddo d’inverno e ad ammalarsi di più, finiscono con lo sporcare le uova rendendole inutilizzabili.
  • Aggiungete paglia o truciolo nelle cassette nido, per evitare che le uova si crepino e per aiutare a mantenerle pulite.
  • Raccogliete le uova una volta al giorno. Se fa molto freddo e le temperature sono sotto gli 0°C, raccoglietele anche più volte al giorno per evitare che congelino.
  • Mettete sempre un numero di nidi adeguati alla quantità di galline. Se i nidi di deposizione sono pochi, le galline possono finire per schiacciare o rovinare le uova. In questo senso i nostri nidi per ovaiole vi verranno in aiuto per raccogliere uova sane!

3 – Come conservare le uova da incubare

  • Conservate le uova da incubare in un locale a circa 8 – 15°C, dove non ricevano la luce diretta del sole dalle finestre.
  • Conservate le uova da incubare per un massimo di 7-10 giorni se userete un’incubatrice, o fino a 15 se sono destinate a una chioccia.
  • Le uova vanno disposte in un portauovo con il polo acuto (la punta) verso il basso.
  • Se le uova da incubare hanno viaggiato, lasciatele nel portauova almeno un giorno prima di metterle in incubatrice
  • Se dovete aspettare più di 7 giorni prima di incubare, all’ottavo giorno girate le uova con la punta in su, per 24 ore. Il nono giorno rimettetele nella posizione originale.
Controllate attentamente le uova prima di incubarle

4 – Quali uova incubare

  • Incubate solo le uova che corrispondono allo standard della razza che allevate per colore, forma e peso.
  • Scartate sempre uova troppo rotonde o troppo allungate, il rischio che il pulcino non riesca a posizionarvisi bene all’interno al momento della schiusa è alto.
  • Eliminate uova ammaccate o crepate. Effettuate la speratura e controllate che non abbiano crepe nascoste.

5 – Come pulire le uova

  • Uova troppo sporche di fango e feci non andrebbero MAI incubate. Le uova da incubare devono essere il più possibile pulite, perché attraverso fango e feci batteri e microrganismi possono entrare nel guscio e comprometere lo sviluppo dell’embrione.
  • Uova da incubare leggermente sporche andrebbero pulite a secco con uno straccio o al limite con una paglietta.
  • Non lavate mai sbrigativamente le uova da incubare sotto l’acqua corrente: il guscio dell’uovo è coperto da una membrana sottile che rallenta la penetrazione dei batteri, se lo lavate rischiate di rimuovere questa membrana e di spingere lo sporco più in profondità.
  • Se avete uova da incubare molto sporche, ma non volete rinunciarvi perché appartenenti a razze rare o preziose, fate così. Preparate una bacinella d’acqua a temperatura di circa 37°C, e mettetevi dentro le uova che devono essere pulite. La differenza di temperatura tra l’uovo a temperatura ambiente e l’acqua calda farà sì che lo sporco tenda a muoversi verso l’esterno del guscio, minimizzando la penetrazione del guscio stesso da parte dei batteri. Risciacquate l’uovo in un’altra bacinella con acqua alla stessa temperatura, quindi mettetelo ad asciugare dopo averlo passato con una pezzuola imbevuta di acqua ossigenata (H2O2).
  • Specie se avete lavato le uova da incubare per pulirle, mettete nell’acqua dell’incubatrice un virucida, come il Virkon S.

Seguendo questi accorgimenti vedrete che avrete come ricompensa un maggior numero di pulcini forti, sani e robusti da crescere. Buon allevamento!

NON DIMENTICATE DI CLICCARE QUI PER SCOPRIRE LA NOSTRA PROMOZIONE SU NIDI, INCUBATRICI E ALTRO MATERIALE PER IL POLLAIO!

Per approfondire:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi