Home > Novità > La gestione del pollaio d’inverno: 8 trucchi per allevare i polli anche con la neve.
Pollaio d'inverno: come allevare i polli anche col gelo

La gestione del pollaio d’inverno: 8 trucchi per allevare i polli anche con la neve.

Il pollaio in inverno, sotto la coltre di neve appena arrivata in questo scampolo di fine stagione… Gli allevatori devono affrontare la gestione dei problemi che gelo e freddo comportano nella gestione degli animali.  Questo compito non è molto più gravoso dell’usuale manutenzione del proprio allevamento, ma certo richiede qualche attenzione in più. Ecco quindi 8 trucchi e consigli per allevare al meglio i vostri polli anche sotto la neve.

Polli sani e robusti non temono di razzolare anche sotto la neve, ma devono comunque disporre di un pollaio d'inverno asciutto e ben attrezzato.
Polli sani e robusti non temono di razzolare anche sotto la neve, ma devono comunque disporre di un pollaio d’inverno asciutto e ben attrezzato.
  1. Un buon pollaio senza spifferi fa miracoli. I polli di solito non temono troppo il freddo, e molte razze rustiche sono attive anche sotto la neve. Ma tutti i polli devono poter disporre se lo desiderano di un ricovero notturno ben attrezzato e privo di spifferi. Privo di spifferi non significa però senza una buona areazione: dev’essere evitato il ristagno d’aria. Usate una buona lettiera in truciolo depolverato, isolerà il fondo del pollaio e assieme alle feci dei polli formerà una lettiera che terrà lontano dal gelo i piedi dei polli.
  2. Acqua e cibo, due priorità. Nella gestione del pollaio in inverno acqua e cibo risultano due aspetti critici. Potete integrare nella miscela di granaglie, se già non lo fate, sorgo e avena. Inoltre potrete aggiungere eventualmente ortiche secche tritate e semi di canapa. Aumentate il regime proteico della dieta dei polli per qualche tempo, fino a che il freddo non vi offre un po’ di tregua. L’acqua è importantissima: togliete quotidianamente il ghiaccio dagli abbeveratoi, e se usate vasche aperte lasciate galleggiare in superficie una palla o una bottiglia di plastica vuota, aiuteranno a rompere lo strato di ghiaccio superficiale. Aggiungete un cucchiaio di aceto di mele ogni 10 litri  d’acqua.
  3. Attenzione ai piccoli. A parità di rusticità e robustezza fisica, gli animali piccoli, avendo una superficie corporea in proporzione più ampia rispetto alle dimensioni, tenderanno a disperdere calore più velocemente. Attenti quindi a pulcini, pulcinotti e razze nane, che finiranno per soffrire il freddo più di colossi come Jersey Giant e Brahma.
  4. Aumentate i posatoi nel pollaio d'inverno.Nel pollaio d’inverno aumentate il numero di posatoi nel recinto e nel pascolo. Una delle parti del corpo del polli che rischiano maggiormente di soffrire il freddo sono i piedi e i tarsi. Se offrirete loro molti posatoi, essi potranno appollaiarvisi e in quella posizione i piedi resteranno protetti e riscaldati dal corpo stesso dell’animale.
  5. Raccogliete le uova più spesso del solito. Anche le uova congelano, e se lasciate le vostre uova la sera nei nidi potreste trovarle crepate e congelate, difficilmente utilizzabili per la mensa e assolutamente inutilizzabili per la cova. Raccogliete le uova tutte le sere e poi anche a metà mattina, in questo modo potrete limitare i danni del gelo.
  6. Lasciate decidere ai polli. Una volta sistemato il pollaio d’inverno per bene, date modo ai polli di entrare e uscire a proprio piacimento. Molti polli preferiscono passare tutto il giorno fuori anche con la neve, e per animali sani e robusti non vi è pericolo alcuno. Anzi, nel tempo finirete col selezionare animali sempre più rustici e avvezzi alle condizioni atmosferiche della vostra regione.
  7. Attenti a creste, bargigli e zampe. Nei polli queste appendici sono nude e quindi più esposte a soffrire danni da congelamento. Se avete razze con orecchioni, bargigli e creste molto sviluppate, per evitare che si congelino e che poi rimangano sull’animale vistose cicatrici, spalmate una pomata a base di glicerina sulle parti del corpo a rischio. L’uso della glicerina sulle zampe tra l’altro aiuterà a combattere eventuali casi di rogna.
  8. Occhio al fango. La neve che si scioglie e le pioggie invernali possono trasformare il pollaio d’inverno in un pantano. Cercate il più possibile di evitarlo, specie nei recinti, perché tenere i piedi nel fango freddo è fonte di sofferenza per i nostri animali. Meglio piuttosto una copertura di ghiaia grossolana non appuntita, o in caso di grosse pozzanghere una copertura con abbondante paglia o fieno.
Una bella gallina pascola anche con la neve.
Una bella gallina pascola anche con la neve.

Ecco, questi sono i nostri consigli di base per la gestione del pollaio in inverno. E voi avete altri trucchi o suggerimenti che vorreste condividere con noi? Scriveteceli e li integreremo in questo articolo!

****

Cerchi altri consigli per il pollaio d’inverno? Guarda anchequesti siti:

Oryctesblog

Tutto Sulle Galline

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi