Home > Avicoltura > Allevare polli e galline all’aperto: consigli e considerazioni sull’allevamento naturale

Allevare polli e galline all’aperto: consigli e considerazioni sull’allevamento naturale

Allevare polli e galline all'aperto, in maniera rispettosa delle loro necessità.
Allevare polli e galline all’aperto, in maniera rispettosa delle loro necessità

Allevare polli e galline all’aperto, al pascolo, è un’aspirazione comune a tanti allevatori che dispongono di uno spazio verde in cui lasciare liberi i propri animali durante il giorno. Oggi vorrei vedere con te quali sono i molti pro (e qualche contro…) di un allevamento naturale dei nostri animali.

Innanzitutto vorrei che ti fosse chiaro un concetto: la dicitura “allevamento all’aperto” ha differenti significati a seconda che la si consideri a livello commerciale o a livello amatoriale. Se compri delle uova al supermercato che portano questa dicitura significa che gli animali sono stati allevati in recinti all’aperto, spesso alberati, con una densità massima teorica di 1 capo ogni 2,5 metri quadrati di terreno (minimo). Negli allevamenti familiari allevare all’aperto polli e galline significa di norma lasciare i propri animali liberi in un pascolo più o meno ampio che dia loro la possibilità di comportarsi e vivere in maniera consona alla propria natura.

Quali sono le dimensioni minime indicative per un buon pascolo? Ci possono essere eccezioni in base all’indole e alle caratteristiche di ciascuna razza; in generale tenere una densità di 1 capo ogni 2,5 – 4 metri quadrati di terreno significa garantire ai propri animali il minimo indispensabile per un pieno benessere, ma rinunciare a veder crescere l’erba. Infatti i polli col loro continuo razzolare elimineranno la coltre erbosa nel giro di poche settimane. Meglio quindi pensare a spazi più grandi, di almeno 10 metri quadrati per capo, che ti permetteranno di mantenere un prato vitale.

Un buon pascolo nel quale allevare polli e galline all’aperto dovrebbe essere alberato, in modo da offrire agli animali riparo dal sole e dalle avversità climatiche. Gli alberi migliori sono le specie locali non resinose, come aceri, querce, salici e pioppi, ma sono ideali anche tutte le varietà di alberi da frutta che non necesitano di trattamenti chimici come ad esempio cachi, nespoli, kiwi, uva fragola. Il prato dovrebbe essere composto da specie vegetali appetibili ai polli, come trifoglio, tarassaco, piantaggine, farinello, eccetera. Puoi arricchirlo ulteriormente seminando in alcune aree cicoria, cavoli e insalata.

Allevare i polli all'aperto comporta una serie di grandi benefici per la salute degli animali.
Allevare i polli all’aperto comporta una serie di grandi benefici per la salute degli animali.

Ma quali sono i vantaggi che i tuoi animali trarranno dal vivere all’aperto? Vediamoli insieme.

  • Animali meno stressati. Il confinamento in spazi troppo angusti può aumentare il rischio di pica e cannibalismo, oltre a comportamenti aggressivi. Allevare polli e galline all’aperto riduce questo rischio, perché il pascolo ha una naturale azione antistress in questi animali.
  • Uno stato di salute generale migliore. I polli allevati al’aperto crescono di solito più robusti e resistenti, e si adattano meglio al clima locale. Ad esempio, è più difficile che i giovani polli si ammalino di coccidiosi se vengono allevati al pascolo. Inoltre la loro muscolatura si sviluppa meglio e accumulano meno grasso.
  • Animali generalmente meglio nutriti. In recinti troppo stretti gli animali più deboli possono risentire della rigida gerarchia dell’imbeccata al momento del pasto, e non mangiare abbastanza se il cibo non è attentamente calcolato. In un pascolo questo accade di rado, perché gli animali hanno molto più spazio per nutrirsi l’uno lontano dagli altri.
  • Proteine animali di alta qualità disponibili. Pascolando polli e galline prederanno insetti, invertebrati, e altri animaletti, assicurandosi così una buona dose di cibo proteico di buona qualità. Se poi li alleverai in un frutteto, elimineranno tutti i parassiti dei tuoi alberi da frutto a cui potranno arrivare.
  • Uova dal sapore migliore. A livello organolettico, le uova di galline allevate al pascolo sono più buone e (grazie ai carotenoidi presenti nelle erbe del prato) hanno anche un colore più intenso. Inoltre è stato dimostrato che hanno un contenuto maggiore in vitamina A, vitamina E e acidi grassi omega 3.
  • Un risparmio sull’alimentazione. Allevare i polli all’aperto darà una robusta integrazione alla dieta dei tuoi animali. Fornendo loro le granaglie solo nel pomeriggio, ne mangeranno di meno essendosi in parte già saziati al pascolo.

Tutto rose e fiori, quindi? Beh… non proprio. Vediamo anche alcuni problemi connessi a questo tipo di allevamento.

La volpe, uno dei più pericolosi predatori per i nostri pollai.
La volpe, uno dei più pericolosi predatori per i nostri pollai.
  • Predatori. I nostri animali al pascolo saranno maggiormente soggetti all’attacco di cani, uccelli rapaci, mustelidi (martora e faina) e volpi. Per non parlare dei ratti! Sarà molto più facile, purtroppo, perdere qualche animale a causa dei carnivori presenti nelle nostre campagne, se alleviamo i polli all’aperto.
  • Parassiti. Se da un lato la salute dei polli migliorerà, dall’altro allevare polli e galline all’aperto li esporrà al contatto con uccelli selvatici come tortore, colombi e passeri, che (attirati dale mangiatoie degli avicoli) potrebbero veicolare vari tipi di parassiti. Inoltre, se nella tua zona sono stati presenti casi di influenza aviaria recentemente, le deiezioni di animali selvatici malati (come le anatre) se dovessero finire in contatto coi tuoi polli potrebbero metterli in pericolo.
  • Danni al giardino. Se le recinzioni non sono alte o se gli spazi sono collegati, i polli potrebbero passare dal pascolo al giardino, causando danni notevoli alle piante ornamentali.
  • Dove sono le uova? Le galline al pascolo spesso si troveranno dei posti riparati e al sicuro tra cespugli e piante per deporre le uova, disdegnando i nidi artificiali. Potrà essere difficile individuarli tutti.
  • Maltempo e condizioni climatiche avverse. Molti polli allevati al pascolo amano dormire all’aperto sui rami degli alberi, incuranti delle condizioni climatiche. Ma sopportare un po’ di pioggia è un conto, sopravvivere a una violenta grandinata tutt’altro.

Cosa fare, quindi? Per i predatori, è importante garantire buone recinzioni, anche se a volte può essere molto difficile specie con mustelidi e rapaci. Una rete alta due metri, interrata per 50 cm e con i margini superiori sporgenti verso l’esterno per circa 50 cm, aiuterà a tenere lontane volpi e cani randagi se questi costituiscono un problema nella zona del tuo allevamento.

Mangiatoie e abbeveratoi a serbatoio sono molto utili nell'allevamento all'aperto e limitano le contaminazioni da parte dei selvatici. Foto di Erik Colombo, esemplari di Lara Massaiu.
Mangiatoie e abbeveratoi a serbatoio, come la Novital Kubic Premium, sono molto utili nell’allevamento all’aperto e limitano le contaminazioni da parte dei selvatici. Foto di Erik Colombo, esemplari di Lara Massaiu.

Sarà poi utile offire  cibo e acqua ai polli in modo che passeri e altri uccelli non possano arrivare a contaminarli con le loro feci. Abituate i vostri avicoli a nutrirsi nel ricovero notturno, o proteggete da maltempo e uccelli di passaggio mangiatoie e abbeveratoi con delle tettoie ad hoc. I modelli migliori sono quelli a serbatoio o a tramoggia, che limitano le contaminazioni da parte dei selvatici. Tra i vari modelli prodotti da Novital sono ad esempio consigliabili a questo scopo l’abbeveratoio GOLD da 30 lt e la mangiatoia Kubic premium da 40 lt, che garantiscono anche ai tuoi animali una buona autonomia per quel che riguarda cibo e acqua.

Periodicamente sarà bene sverminare i tuoi animali e controllare che non insorgano sintomi di malattie come la corizza, che in climi umidi possono colpire anche animali abituati a  dormire all’aperto.

Con un minimo impegno potrai aiutare i tuoi animali a godere al massimo dell’espienza del pascolo, garantendo loro una vita migliore e più consona alla loro etologia. Buon allevamento!

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi